Loading...
Aggiornato al: 22 Ottobre 2018 18:18
News
Consumatori digitali: le strategie vincenti per intercettarli e il ruolo del packaging

CBA, agenzia di branding del Gruppo WPP, in collaborazione con PR Aida Partners e ReStore, azienda tra i principali player in Italia nel settore dell’e-commerce per la grande distribuzione, ha presentato i risultati della ricerca “Imagining the future of digital shelves”, focalizzata sul nuovo ruolo del packaging e sul futuro dello scaffale online alla luce della trasformazione digitale che sta rivoluzionando il mondo del retail.

L’indagine ha permesso di identificare 5 comportamenti di acquisto che caratterizzano i consumatori in base al loro atteggiamento nei confronti dello shopping e dell’oggetto di acquisto: il Meticoloso, l’Esteta, il Velocista, l’Affarista, il Fedele Abitudinario. Per ciascuno di essi, sono state identificate delle opportunità per brand e retailer, progettando delle possibili soluzioni digitali in grado di offrire un percorso di acquisto personalizzato.

Per il Meticoloso, che legge con particolare attenzione tutte le informazioni su tutti i prodotti, confrontandone le caratteristiche, un “comparatore di prodotti” sulla piattaforma di e-commerce è lo strumento ideale per soddisfarlo. Per l’Esteta, che si lascia incantare da prodotti esteticamente accattivanti e innovativi, una piattaforma con una sezione dedicata ai contenuti visivi è fondamentale. Invece, per l’Affarista, che si concentra sul prezzo come componente fondamentale di ogni acquisto, le piattaforme di e-shop dovrebbero dotarsi di un configuratore che raccoglie i dati di acquisto, e tramite un percorso di scelta guidato da semplici domande, proponga i migliori affari disponibili nel punto vendita.

Il Velocista, che ha come driver di scelta principale il tempo scarsissimo, vede come soluzione ideale un portale in grado di fornire una scorciatoia di acquisto: il cliente, profilato in base ad alcune caratteristiche rilevanti, carica la propria lista della spesa sulla piattaforma e il sito, in autonomia, riempie il carrello selezionando un prodotto per ogni categoria scelta. Infine, per il Fedele Abitudinario, legato al brand, le piattaforme di acquisto online possono ricordare tutti i prodotti acquistati in passato, fornendo liste della spesa ricorrenti sulla base dei prodotti che compaiono più spesso negli acquisti fatti dall’utente.

La ricerca si è inoltre concentrata sul futuro ruolo del packaging: per continuare a essere rilevanti nella fase di awareness, anche sugli scaffali digitali, i brand dovrebbero implementare alcune strategie tra cui coinvolgere il cliente attraverso l’utilizzo di visual capaci di attirare la sua attenzione, collaborare con le piattaforme digitali promuovendo attività e collaborazioni per dare maggiore visibilità ai singoli prodotti, lavorare sul pack tenendo a mente le funzioni di trasporto e consegna, unboxing e utilizzo dell'articolo.

12 Ottobre 2018
Articoli Correlati