Loading...
Aggiornato al: 19 Settembre 2019 08:15
Private Label
Gli oli extra vergini Despar Premium sostengono le filiere locali

L’olio extra vergine di oliva è un alimento conosciuto e usato fin dall’antichità, componente essenziale della dieta mediterranea e ricco di proprietà nutrizionali e antiossidanti. Il suo corretto consumo protegge cuore e arterie, previene malattie vascolari e tumori, oltre a svolgere un’azione antinfiammatoria e antibatterica. Un ingrediente prezioso che in Italia trova un radicamento profondo nei territori con produzioni tipiche e di alta qualità distribuite lungo tutta la Penisola.

Proprio per questo Despar ha scelto di valorizzare le filiere olearie locali mettendo a disposizione dei consumatori una selezione Premium di oli extra vergini di oliva Dop e Igp. Con questa gamma, l’insegna prosegue il proprio impegno nella promozione di referenze, sia sul territorio nazionale che all’estero, che testimoniano la ricchezza e la qualità che il nostro Paese può offrire in termini di prodotti agroalimentari. L’obiettivo di Despar è generare risorse per il tessuto produttivo locale, in una logica di economia circolare che produca vantaggi per tutta la comunità.

La varietà di proposte che compone la linea consente al consumatore di sperimentare le tipicità di oli delle aree Dop e Igp più rinomate, dislocate lungo tutta la Penisola. A rappresentare l’eccellenza delle produzioni del nord Italia, due referenze di altissima qualità: l’olio extra vergine Riviera dei Fiori Dop della Riviera Ligure e il veneto Dop Garda orientale, prodotto con olive provenienti esclusivamente dalla sponda orientale del più vasto lago nazionale.

Toscana e Umbria sono le “rappresentanti” del centro Italia con il Toscano Igp e il Dop Chianti Classico, mentre viene dall’est dell’Umbria il Dop Colli Assisi Spoleto, altra referenza certificata di origine protetta. Il gusto del sud Italia si può poi ritrovare negli oli extra-vergini di Puglia e Calabria con il Terra di Bari Bitonto, il Dauno Gargano e l’olio di Calabria Igp bio. Infine, non poteva mancare nella selezione la Sicilia, un’area ricca di tradizione nell’arte olearia. Due le referenze disponibili: il Dop Valli Trapanesi e Igp Sicilia.

09 Luglio 2019
Articoli Correlati