Loading...
Aggiornato al: 14 Ottobre 2019 17:30
Successi e Strategie
Esselunga, oltre il distributore c'è di più

Esselunga si racconta attraverso la sua prima campagna istituzionale, dove l’insegna si propone come una realtà che va oltre il semplice distributore, posizionandosi come food company, ovvero come produttore diretto per i propri clienti.

Con i suoi centri di produzione e di lavorazione, la catena offre ogni giorno 230 ricette fresche di gastronomia, oltre a un vasto assortimento di prodotti di pasticceria, pesce e carne, selezionati con le migliori materie prime e sottoposte a scrupolosi controlli qualitativi per i suoi 158 negozi.

«Prima di arrivare qui - sostiene Sami Kahale, Direttore Generale - ho sempre pensato a Esselunga come a una catena leader e di riferimento della grande distribuzione italiana ma, una volta in azienda, ho scoperto con entusiasmo un grande patrimonio di eccellenze produttive che andava assolutamente valorizzato. Il nostro è un impegno quotidiano che vede al centro il cliente, le sue esigenze e la ricerca della massima qualità. La nuova campagna descrive proprio questo e, attraverso i gesti delle nostre persone e la straordinaria qualità delle materie prime, svela una storia che solo Esselunga può raccontare».

Nella campagna "Più la conosci, più ti innamori", affidata ad Armando Testa, le diverse anime del marchio vengono raccontate con un viaggio a tappe nel mondo e nei valori di Esselunga: l’azienda, orgogliosamente italiana, è stata il primo supermercato del Paese nel 1957 e la prima – 18 anni fa - a lanciare la spesa online, affermandosi sempre di più come esempio di innovazione nel rispetto della tradizione.

La narrazione si sviluppa attraverso la quotidianità di uomini e donne le cui mani lavorano le materie prime e servono con dedizione i clienti. E proprio l’autenticità è un altro pilastro della comunicazione: infatti, per le riprese sono stati coinvolti i dipendenti dell’azienda in persona che rappresentano se stessi nel reparto in cui lavorano. Allo stesso tempo non si vedranno materie prime costruite in laboratorio, bensì i veri prodotti, l’insieme delle eccellenze “made in Esselunga”, come ad esempio le lasagne, le focaccine, la pasta e ceci, il vitello tonnato. Ciascuna referenza custodisce una storia fatta di qualità, selezione degli ingredienti, innovazione e manualità.

A condurre il filo del racconto è la “S”, segno grafico distintivo del marchio, che appare ripetutamente in diverse scene, una fra tutte il gesto del bambino che traccia una “S” sul finestrino appannato della macchina dei suoi genitori, mentre passa emozionato davanti al primo negozio Esselunga.

Nel primo semestre 2019 le vendite dell’insegna hanno raggiunto i 4.025 milioni, +2,9% sullo stesso periodo del 2018 quando l’incremento era stato dell’1,5%. «Credo che chiuderemo l'anno con una crescita superiore a quella dell’anno scorso», conclude il direttore generale. Nel 2018 il fatturato ha raggiunto i 7,91 miliardi mentre quest’anno potrebbe arrivare a quasi 8,1. In continua crescita anche l’e-commerce, che segna un +29-30% l’anno. Previste inoltre nuove inaugurazioni nel corso dell’anno: le prossime aperture saranno a Brescia, Varese, Livorno, Mantova e Genova.

17 Settembre 2019
Articoli Correlati