Loading...
Aggiornato al: 06 Dicembre 2019 10:30
Estero
EssilorLuxottica tocca 17.200 punti vendita con l'acquisto di GrandVision

Passa di mano il gigante dell’ottica GrandVision: 37.000 addetti, oltre 150 milioni di clienti e 7.200 punti vendita in 44 Paesi, di cui più di 400 in Italia, con i marchi GrandVision by Avanzi, GrandVision by Optissimo e Solaris. A cedere, il 72,72%, destinato a salire al 100%, è l’olandese Hal Holding. Compratore è il gruppo franco italiano EssilorLuxottica, che già detiene 10.000 punti vendita a livello globale e un altissimo numero di brand, anche distributivi, di proprietà e in licenza: Ray Ban, Persol, Prada, Emporio Armani…

Il network commerciale, che offre servizi di livello per pazienti e consumatori, come esami digitali della vista o esposizione degli ultimi trend in fatto di occhiali, si caratterizza per un approccio omnicanale, in modo da raggiungere il numero di persone più ampio possibile, non solo con i prodotti, ma anche con informazioni dirette ad accrescere la consapevolezza dell'importanza della cura della vista.

Il prezzo di acquisto è pari a 28 euro per azione, da aumentare dell'1,5% se la chiusura dell'acquisizione non dovesse avvenire entro 12 mesi dall'annuncio. Al closing Essilux lancerà un’Opa obbligatoria su tutte le azioni rimanenti di GrandVision. Hal si impegna irrevocabilmente a vendere la propria partecipazione a EssilorLuxottica. La chiusura è prevista nei prossimi 12-24 mesi.

Dichiara Leonardo Del Vecchio, presidente esecutivo di Essilux: "Con GrandVision saremo in grado di completare la nostra rete retail, finalmente estesa in tutte le aree geografiche e di rendere le nostre piattaforme, multicanali e digitali, pienamente efficaci. Aumenteremo la qualità dell'esperienza in negozio per prodotti, marchi e servizi a beneficio di tutti i consumatori e dei nostri clienti all’ingrosso".

Aggiunge Hubert Sagnières, vicepresidente esecutivo della compratrice: "Questa acquisizione è un altro passo verso la nostra ambizione: eliminare i problemi della vista entro il 2050. Questa è una pietra miliare nella nostra visione di rimodellare il settore, con l'obiettivo di fornire a tutti i consumatori del mondo un'esperienza migliore, con occhiali di qualità premium”.

Stephan Borchert, amministratore delegato di GrandVision: "La futura integrazione con Essilor Luxottica offre nuove opportunità al nostro business, alle sue insegne retail, ai dipendenti in negozio e ai nostri stakeholder. Inoltre creerà un'azienda nell’eyecare e nell’eyewear veramente globale, posizionata in modo ottimale per capitalizzare le esigenze e i comportamenti dei consumatori in continua evoluzione e fornire ai clienti la migliore esperienza omnicanale. Si prevede che questa operazione creerà valore per gli azionisti di GrandVision, consentendo allo stesso tempo l'accelerazione della strategia di crescita attraverso l'espansione della rete di negozi e delle piattaforme online”.

Le aperture saranno moltissime, con relativi benefici in termini di nuova occupazione.

05 Agosto 2019
Articoli Correlati