Rallenta ma non cede. E' questo, in sintesi, il giudizio di Nomisma sul settore immobiliare in Italia. Nel 2006 il prezzo medio per un'abitazione in una città di media grandezza è salito tra il 6,2% (nuovo) e il 6,9% (usato). Più contenuti gli incrementi degli immobili per l’impresa (+5,6% uffici, +5,7% negozi e +6,1% capannoni industriali). Le previsioni per l'anno in corso indicano una crescita media dei prezzi pari al 3,5% e addirittura una piccola ripresa nel 2008 (+3,8%).