Loading...
Aggiornato al: 05 Dicembre 2019 17:30
News
Quercetti: cresce l’export verso l’Asia

La fabbrica di giocattoli torinese esce indenne da un anno estremamente negativo a livello globale. Gli strascichi del fallimento del colosso statunitense Toys R Us sono proseguiti per tutto l’anno, raggiungendo Europa e Australia, con picchi negativi del -7% in UK. Anche la performance italiana è negativa: il fatturato del mercato nostrano chiude con un andamento del -1% rispetto al 2017.

In un contesto globale negativo, l’azienda è riuscita a tener testa alla crisi del mercato interno, grazie alla collaborazione come fornitore di un importante gruppo bancario, che ha permesso una chiusura in attivo.

Ma la vera differenza l’ha fatta l'export. L’azienda ha scelto di puntare su un mercato particolarmente attento alla qualità, quello nipponico, affidandosi al principale distributore nazionale: Bornelund, la Toys Company Giapponese che può contare su oltre 100 negozi monomarca e 15 play center in tutto il territorio nazionale.

Questa collaborazione ha incrementato la presenza di Quercetti sul territorio giapponese del 65%. Restando in Asia, anche il mercato cinese ha visto un incremento importante: +60% dovuto soprattutto a una maggiore attenzione al commercio online.

11 Luglio 2019