Loading...
Aggiornato al: 16 Dicembre 2019 00:00
Primo Piano
Libri e svago sbancano gli acquisti di Natale

La spesa media in Europa prevista per le feste di Natale 2019 sarà di 461 euro (+1% rispetto al 2018), mentre il budget atteso delle famiglie italiane raggiungerà 549 euro a famiglia, posizionando il nostro Paese al terzo posto, dopo Regno Unito (639) e Spagna (554). Lo afferma la ventiduesima edizione di ‘Deloitte Xmas Survey’ che ha raccolto l’opinione di oltre 7.000 consumatori in 8 nazioni europee, con l’obiettivo di monitorare le intenzioni di spesa per regali, prodotti alimentari, attività per il tempo libero e viaggi.

Per il 2019, gli italiani intendono spendere l’1,5% in più rispetto a dodici mesi fa, confermando un trend di crescita. Quest’anno solo 1 persona su 5 aspetterà l’ultima settimana prima di Natale per effettuare la maggior parte dei propri acquisti (-7 punti rispetto al 2018). Un terzo, invece, concentrerà le spese nelle prime due settimane di dicembre.

Cresce l’attenzione verso il mese di novembre, che sta diventando un’opzione sempre più valida, considerata dal 23% dei nostri connazionali, anche grazie all’aumento dell’interesse verso il Black Friday, reputato il momento migliore di shopping natalizio da 1 soggetto su 8. In Italia, il 22% dei rispondenti dichiara che spenderà più della metà del budget disponibile durante questo evento (12% in Europa).

Ben 3 italiani su 4 effettueranno i propri acquisti presso canali offline, ma cresce anche la quota di chi ricorrerà ai canali digitali (+5 sul 2018).

L’esperienza di shopping rappresenta l’elemento più importante fra quelli che spingono a rivolgersi al retail fisico: si apprezzano i consigli di uno staff professionale, le politiche di cambio e reso, e l’atmosfera natalizia. I tradizionali negozi locali (43%) sono la prima scelta, seguiti dalle catene specializzate (39%) e dai supermercati (37%), questi ultimi soprattutto per il food & beverage. Online, invece, trionfano i viaggi con una quota di acquisti digitali superiore a quella offline (51% vs 49%).

Per il 2019 i libri rimangono il dono più ambito e più regalato, mentre le famiglie europee opteranno per il cioccolato. Soldi, vestiti, trattamenti benessere e viaggi chiudono la top 5 nazionale.

L’intrattenimento emerge fra i millennial e la quarta posizione dei regali più ambiti è occupata da abbonamenti a servizi di streaming online (come Netflix, Infinity e Sky), mentre nella graduatoria dei più donati spiccano trattamenti benessere e Spa.

Quest’anno gli accessori per smartphone conquistano la top 10 dei best seller per i regali ai teenager, scalando ben 15 posizioni rispetto a 12 mesi fa, mentre giochi e articoli per l’infanzia rimangono, naturalmente, il punto di riferimento per i piccoli.

“Rispetto allo scorso anno, la Xmas Survey registra importanti trend di sviluppo del mercato italiano ed europeo. Emerge un consumatore sempre più attento, che inizia la propria esperienza online, cercando i suggerimenti degli altri utenti, per poi proseguire con gli acquisti sui portali web o, per lo più, presso i negozi fisici - commenta Claudio Bertone, senior partner di Deloitte e responsabile per il settore retail, wholesale & distribution -. In questo contesto i canali digitali segnano importati margini di crescita e assumono un ruolo sempre più decisivo per lo sviluppo e la promozione di nuovi modelli di business nella gestione del rapporto con i consumatori. Dallo studio di quest’anno si evince un forte desiderio di svago da parte delle nostre famiglie. E’ anche interessante sottolineare come le categorie con trend maggiori siano i festeggiamenti, con un +9% rispetto al 2018”.

30 Novembre 2019
Articoli Correlati