Loading...
Aggiornato al: 09 Dicembre 2019 05:07
Real Estate
Caselle open mall entra nel vivo

Dopo il ritiro, in settembre, dei permessi di costruzione, entra nella fase operativa, per posare la prima pietra all'inzio del 2020 e aprire alla fine del 2022, il progetto Caselle open mall (Com), complesso commerciale di 114.000 mq Gla e 230 negozi, di cui 50 esercizi ristorativi, realizzato da Aedes Siiq in prossimità, appunto, dell’aeroporto di Torino Caselle, a 16 km dalla città.

Il bacino di utenza previsto è stimato in 12 milioni di visitatori all'anno, mentre l’investimento complessivo è di circa 350 milioni di euro.

Secondo quanto ha spiegato Giuseppe Roveda, amministratore delegato di Aedes “il progetto non è un centro commerciale tradizionale ma un destination center che unisce shopping, alimentare, sport, edutainment, uffici e che, secondo le stime, potrà generare 2.500 posti di lavoro nelle attività dirette e altri 500 nell’indotto”.

L’innovazione consiste nell’avere identificato in anticipo i contenuti dell’insediamento, tenendo conto delle richieste dei potenziali utenti, soprattutto in una prospettiva futura.

“Per realizzare Com – ha continuato Roveda - ci siamo ispirati anche a luoghi non specificatamente retail, come alberghi, resort e parchi del divertimento. Gli spazi sono stati concepiti secondo i principi dell’ecosostenibilità: impianto geotermico, pannelli solari e fotovoltaici, riutilizzo delle acque piovane per uso industriale e irrigazione”.

Gli edifici saranno certificati Breeam (Building research establishment & environmental assessment method) e Itaca (Istituto per l’innovazione e trasparenza degli appalti e la compatibilità ambientale).

Il mix merceologico avrà una parte dedicata all’intrattenimento, divertimento e cultura, di circa 18.700 mq, con un centro di gravitazione costituito, come è noto, da National Geographic, che realizzerà a Caselle open mall il suo primo centro europeo di cultura e intrattenimento per le famiglie. A questo si affiancherà un secondo polo, destinato ancora al divertimento dei giovani e degli adulti.

“Un terzo concept – ha chiarito Roveda - sarà un parco tematico indoor, realizzato in collaborazione con un’azienda italiana, leader in campo internazionale nel settore del tempo libero. Infine ci sarà una parte adibita a cinema e spettacoli pubblici”.

Altri 9.400 mq saranno dedicati al food and beverage, di cui 6.000 concentrati nella food court.

Tutto il resto, dunque 86.000 mq, sarà occupato dal retail, a sua volta ripartito in 11 zone tematiche, come moda, mass market e un superstore di 2.500 metri quadrati.

Attualmente Aedes ha raggiunto accordi per il 20% della superficie commerciale, mentre un altro 50% e in corso di negoziazione grazie a 200 manifestazioni di interesse.

28 Ottobre 2019
Articoli Correlati