Il primo quotidiano sulla GDO

Aggiornato al 07 Agosto 2020 - ore 11:30

CONSUMI

Unioncamere: le vendite della gdo recuperano nel semestre

Boccata d’ossigeno per le vendite di supermercati e ipermercati nel primo semestre dell’anno. I dati dell’Osservatorio “Prezzi e mercati” di Unioncamere segnalano per la grande distribuzione organizzata, fra gennaio e giugno 2015, un aumento delle vendite del +2,2% su base annua. I bilanci 2013-2014 si erano inveche ch...


Macfrut da record, ma preoccupano i consumi interni

Sei padiglioni per 33.000 metri quadrati, oltre 1.000 espositori, presenze da cinque Continenti (1 su 5 arriva dall’estero in rappresentanza di 30 Stati), oltre 350 buyer mondiali, 53 eventi fra workshop e meeting, 6.000 pernottamenti gestiti dalla fiera: queste le cifre chiave del 32° Macfrut, che si apre a Rimini. Pu...


Auto: anche la produzione mette il turbo

Centro studi Promotor ha scattato, sulla base dei dati Istat, una fotografia della produzione, che a luglio ingrana la quarta e balza, su luglio 2014, del 44,9%, con un cumulato, nei sette mesi, del 44,2% in più. E i mezzi di trasporto, in generale, avanzano, sempre a luglio, di oltre il 20 per cento. E' uno dei segni ...


Sana 2015: il biologico corre in gdo e negli specializzati

Da Bologna, dove si svolge il Sana (12-15 settembre) arrivano i dati chiave sui prodotti bio. Nomisma, Ismea e Sinab, fotografano un comparto in piena salute. Tutti gli indicatori sono positivi e i consumi fanno faville.


Consumi: l'Italia s'è desta, secondo Confcommercio

Il carrello della spesa si appesantisce a luglio dello 0,4% rispetto a giugno e del 2,1% tendenziale, la variazione più elevata degli ultimi cinque anni. I dati degli ultimi mesi confermano il miglioramento della domanda, sostenuta in larga parte da un nuovo ciclo di acquisti di beni durevoli. Lo afferma l’indicatore d...


Riciclo e sconti della Gdo per ridurre il "caro scuola"

Settimana di rientro nelle scuole. Le anticipazioni parlano di una stangata fra 1.100 e, addirittura, 1.700 euro. Il solo corredo - cancelleria, cartelle, astucci - costa ben 500 euro. Ecco come alcune associazioni consigliano di comportarsi per alleggerire un gravame troppo pesante in tempi di recessione.


Il Rapporto Coop 2015 fotografa un Paese che ritorna a camminare

Nulla sarà più come prima e se i consumi, almeno in alcuni casi, sembrano riprendere il passo, il migliore sentiment di fondo dimostra una percezione della realtà cambiata: siamo più frugali, digitali, pretenziosi, amiamo restare in salute, fumiamo e beviamo meno, mangiamo vegetariano e ci sentiamo più proletari.


Il 70 per cento degli italiani è fedele al proprio supermercato

Il 69 per cento dei nostri connazionali dichiara di essere membro di un programma di fidelity associato a un super. Le più inclini a possedere una carta privativa sono le donne: 74 per cento delle intervistate. La convenienza e i premi battono la qualità e la richezza dell'assortimento: lo dice Aimia Loyalty Lens.


Confcommercio: i consumi saranno più divertenti

La confederazione ha fatto il punto del periodo 1995-2014. Si scoprono vari elementi interessanti, come la crescente terziarizzazione delle spese delle famiglie, che tende a convergere sui servizi destinati a un migliore impiego del tempo: viaggi e vacanze, ma anche ristoranti e smartphone. Voglia di dimenticare la cri...


Il largo consumo riprende il ritmo?

Secondo Iri sì. I prossimi mesi del 2015 e l'anno 2016 promettono rialzi sia in volume, sia in valore. Ma il pronostico è esposto a due grandi incognite: la crisi greca, con le relative ripercussioni sul sistema valutario, e la spada di Damocle della "clausola di salvaguardia".


Istat: un carrello stabile e a misura di discount

Il Rapporto Istat sulla spesa delle famiglie, totalmente rinnovato nell'edizione rilasciata ieri, 8 luglio, indica che gli italiani, nel 2014, hanno mantenuto costanti le spese per beni e servizi. Tuttavia il mix dei canali distributivi e dei prodotti è cambiato negli ultimi 4 anni: ecco come.