Il primo quotidiano sulla GDO

Aggiornato al 03 Luglio 2020 - ore 17:30

VINO

L'Italia si conferma primo produttore mondiale di vino

Nonostante un calo del 16% rispetto al 2018, il nostro Paese, con 46 milioni di ettolitri prodotti supera la Francia, con 43,4 milioni e la Spagna, con 40. La vendemmia scarsa comporterà un aumento di prezzo dei vini comuni, mentre rimarranno molto più stabili i prodotti a denominazione. L'export continuerà a tenere ba...


Aldi, Lidl, Coop e Despar sul podio europeo dei vini Mdd

Il Salute to Excellence Wine Awards di quest'anno, organizzato da Plma, ha assegnato 50 titoli europei. I due colossi del discount hanno riportato complessivamente 11 titoli, confermando la leadership del canale. A livello di trend si affermano sapori nuovi, vitigni più ricercati e di nicchia. I consumatori sono stanch...


Vino: i rossi toscani Dop leader nel mercato europeo

I vini rossi Dop della Toscana sono leader nel mercato europeo: un valore complessivo delle esportazioni nel 2018 pari a 518,6 milioni di euro, contro i 273,7 del Veneto e i 242 milioni del Piemonte in tutti i principali mercati, in particolare in Germania, Uk, Francia, Paesi Bassi e Belgio. È quanto emerge dalla ricer...


Tutti i record dell'enologia italiana

Il mercato interno evidenzia il primato della Gdo, dei prodotti a denominazione, biologici e a marchio del distributore. L'industria presenta ricavi in forte aumento, trascinati dall'export, che ha un peso del 54% sui fatturati. La classifica di Mediobanca ribadisce la preminenza dei colossi cooperativi.


Freschi, premium e vini di classe sono protagonisti sugli scaffali

Nonostante le vendite alimentari 2018 siano state piuttosto fiacche per la Gdo, i primi mesi dell'anno denotano un risveglio. Nel cibo e nel vino le preferenze del consumatore vanno ancora ai prodotti di fascia alta, specie a marchio del distributore, e biologici. Freschi e freschissimi sbancano il mercato del food.


L'export agroalimentare italiano a quota 140 miliardi

La presentazione di Cibus Connect (Parma 10-11 aprile) è stata l'occasione per fare il punto sul settore. Le vendite oltre confine crescono del 3 per cento, un andamento che dovrebbe confermarsi anche nel 2019. Grandi opportunità derivano dai nuovi mercati emergenti.


La blockchain di Dnv parte dai vini di pregio

L'applicazione My Story, di Dnv Gl, uno dei principali enti di certificazione, comincia con un test su tre prodotti del mondo vinicolo, i quali, attraverso il Qr Code, raccontano la propria storia. Allo studio ci sono altri progetti che coinvolgono realtà del mondo della moda e del settore agroalimentare.


Prosecco Doc, sempre più frizzante in Italia e all'estero

Il 2018 si chiuderà con un +6% di vendite in volume, superando così la soglia dei 460 milioni di bottiglie, di cui il 75% destinato all’estero. I grandi Paesi consumatori, oltre all'Italia, sono, nell'ordine, la Gran Bretagna, gli Usa, la Germania e la Francia.


La 'Dop economy' italiana supera i 15,2 miliardi di euro

Il comparto delle IG italiane, secondo il Rapporto Ismea-Qualivita 2018, esprime i risultati più alti di sempre sui valori produttivi e, per la prima volta, supera i 15,2 miliardi di euro di valore alla produzione per un contributo del 18% al valore economico complessivo del settore agroalimentare nazionale.


Terre Cevico corre in Italia e all'estero

Il consorzio ravennate presenta un fatturato consolidato di 164 milioni di euro e una produzione che, nell'ultimo anno, ha toccato 100 milioni di bottiglie. Oltre confine il tasso di crescita segna un ragguardevole 28 per cento.


Un'ottima annata per Collis e la sua rete monomarca

La cooperativa dispone, fra l'altro, di 31 punti vendita sotto insegna Cantina Veneta in Emilia-Romagna, Lombardia, Piemonte, Veneto e Lazio. Questo canale ha contribuito nettamente ai buoni risultati dando visibilità ai prodotti e decretando il valore di una scelta multicanale.


Veneto, Toscana e Gdo nell'enoteca di Mediobanca

La nuova puntata dello studio sui vini ha preso in esame i volumi del 2012-2016, integrati con interviste alle imprese per i preconsuntivi 2017 e le attese 2018. L'export ha un'importanza crescente, ma il mercato interno, per oltre un terzo in mano alla distribuzione moderna, non delude. I leader per fatturato sono Can...


Agrintesa (ortofrutta e vino) mette a segno il migliore bilancio di sempre

L’assemblea dei delegati ha congedato l’esercizio 2017/2018 con un valore della produzione superiore ai 311 milioni di euro. Decisamente positivo anche il valore dell’utile netto, attestato a 1,5 milioni, e delle liquidazioni erogate ai soci, che hanno raggiunto 161,2 milioni.


Sial Parigi: gli espositori italiani raggiungono il 10% del totale

Giornata finale per la rassegna francese, ma anche per Madrid Fruit Attraction. In entrambi i casi l'Italia ha giocato un ruolo da protagonista, con rapporti commerciali e di affari ottimi, che danno una risposta implicita alle tensioni generate dalla politica sullo scacchiere europeo.