Il primo quotidiano sulla GDO

Aggiornato al 08 Agosto 2020 - ore 16:00

VINO

Secondo Crif il vino è un'ottima forma di investimento

L'immobilizzo di capitale durante la fase di invecchiamento può essere trasformato in un'opportunità di crescita, attraverso l'emissione di obbligazioni garantite dal magazzino. In questo modo le maggiori etichette italiane possono avere una fonte di liquidità per alimentare lo sviluppo, sgravandosi degli oneri finanzi...


Rapporto Ismea-Qualivita: Italia al vertice per le Dop & Igp

Il Bel Paese è leader mondiale per numero certificazioni, con 805 prodotti iscritti nel registro Ue, di cui 282 food e 523 wine al 10 febbraio 2016. Nel corso del 2015 l'export è salito di 8 punti e i nostri consorzi hanno registrato ben 9 nuovi prodotti, più di tutti gli altri Paesi. Il ‘parco’ nazionale di alimenti a...


Crescono gli acquisti di vino nella grande distribuzione

Nel 2015, secondo l'Osservatorio del Vino, gli italiani hanno comprato circa il 7% in più nel canale moderno. Ad andare forte sono state soprattutto le bollicine e, fra queste, il Prosecco. Buone anche le performance dei frizzanti rosati. Secondo Domenico Zonin la cultura media del nostro consumatore sta aumentando e f...


Nomisma: lo spumante italiano sbanca i mercati esteri

Secondo Wine Monitor le nostre bollicine hanno evidenziato, nei 12 mesi esportazioni pari a 2,7 milioni di ettolitri, superando di molte lunghezze le vendite estere dei cugini francesi – 1,8 milioni di ettolitri – e degli spagnoli, che si fermano a 1,6 milioni. L’80% delle vendite estere dei nostri bianchi frizzanti è ...


La Commissione Ue vuole mettere le calorie del vino in etichetta

Il mondo enologico trema, in quanto le autorità dell'Unione sembrano intenzionate a rendere obbligatoria l'etichettatura nutrizionale del vino. La sensibilità del consumatore verso i temi legati alla linea è forte. E soprattutto nei maggiori Paesi importatori il problema è sentito, come dimostrano le ricerche su Google...


Vino rosato: nell’ultimo triennio produzione italiana cresciuta del 25%

Secondo Assoenologi sono Abruzzo, Veneto e Puglia le regioni leader nella produzione di vini rosati, con l'ultima - l'unica ad avere una specifica Docg di vino rosato (Castel del Monte Bombino Nero) - che rappresenta la culla di questo prodotto con la percentuale maggiore di produzione e con la tipologia “rosato” che c...


Ruenza Santandrea è il nuovo coordinatore del settore vino dell’alleanza delle cooperative

Alla guida dal 2005 del gruppo cooperativo romagnolo Cevico, Santandrea è stata nominata Portavoce e Coordinatore del Settore vitivinicolo dell’Alleanza delle Cooperative Italiane.


Il consorzio Italia del vino punta alla Cina e ai Paesi extra ue

L’associazione che riunisce 12 delle più importanti imprese italiane del settore enologico consolida la sua azione di promozione all’estero, con un occhio di riguardo ai Paesi emergenti ma senza perdere di vista Nord America e Giappone.


Mastroberardino fa il punto sulle strategie di promozione del vino italiano all'estero

La crescita del vino italiano all’estero è trainata dai grandi marchi, che contribuiscono per il 7% del valore complessivo dell’export di prodotto. Nel 2004 19 aziende del settore si sono coalizzate dando vita all’Istituto Grandi Marchi (IGM), guidato dal 14 maggio scorso dal neo eletto Piero Mastroberardino che fa il ...