Il primo quotidiano sulla GDO

Aggiornato al 30 Settembre 2020 - ore 17:30

PRIVATE-LABEL

Todis, l'importanza di essere unici

Todis, l'importanza di essere unici

Massimo Lucentini, Direttore generale: "Todis lavora, di fatto, come un monomarca, dunque solo con prodotti esclusivi a marca privata"


Nel biologico vincono i marchi della grande distribuzione organizzata

Nel biologico vincono i marchi della grande distribuzione organizzata

Bio Bank ha pubblicato il confronto tra canali specializzati e Dmo. I dati rivelano, in Italia e in Europa, che il settore del bio sta passando s...


Aldi Italia totalizza 1 milione di clienti in 25 punti vendita

Aldi Italia totalizza 1 milione di clienti in 25 punti vendita

Procede rapidamente il piano di sviluppo del discounter tedesco nel nostro Paese: a fine anno verrà raggiunto l'obiettivo dei 45 negozi. I risult...


Princes Italia: pomodoro pugliese con etica inglese

Princes Industrie Alimentari sta giocando una partita molto interessante: offre i migliori rossi del foggiano, assicurando il rispetto della giusta remunerazione degli agricoltori. Il prezzo dunque si distacca dalla logica del prezzo più basso. Ma Gianmarco Laviola, amministratore delegato Italia del gruppo di Liverpoo...


Icam, un bilancio dolcissimo grazie a biologico e Mdd

Il gruppo comasco punta con decisione sui canali e sui prodotti a più alto gradimento. Non solo bio e private label, ma anche il premium brand Vanini e i mercati esteri, primo fattore di crescita.


Leader Price Italia punta a scalare il mercato nazionale

L'intervista esclusiva a Carlo Alberto Buttarelli, amministratore delegato di Leader Price Italia, protagonista nel mondo low cost con oltre 1.100 punti vendita nel mondo e parte del colosso francese Casino (37,8 miliardi di euro di fatturato) e Gruppo Crai, forte di oltre 5 miliardi di ricavi.


Digitale, marche proprie e vicinato nel piano 'Carrefour 2022'

Alexandre Bompard, presidente di Carrefour, ha delineato la strategia globale del gruppo per i prossimi 5 anni. Gli assi portanti sono molti s tutti incentrati in modo rigoroso sulle nuove tendenze del consumo alimentare.


Iceland, 900 supermercati: zero plastica nelle private label

Richard Walker, direttore generale: "Il mondo non vuole la plastica. E' come se ogni minuto un intero camion di imballaggi plastici fosse scaricato tranquillamente in mare, causando danni non ancora quantificati e contribuendo alla fine all'umanità, visto che dipendiamo tutti dall’acqua”.


Crescono fino a 750 milioni di euro le PL di Gruppo Selex

Mentre si scaldano i motori per Marca by Bolognafiere, la rassegna delle marche del distributore che apre domani, 13 gennaio, Selex annuncia i buoni risultati delle proprie MDD nel corso del 2015. A livello generale la variazione positiva è di 3 punti, mentre le linee specialistiche - bio, salutistico, delicatessen - f...


Tengono i prodotti a marca, crescono premium e bio

Nei primi 9 mesi di quest’anno, il totale delle vendite della private label a valore ha toccato i 9.548 milioni di euro, con un aumento dello 0,1% rispetto ai 9.536 milioni dello stesso periodo del 2014. Si evidenzia, tra l’altro, una crescita dei prodotti premium e bio e anche un aumento del numero delle referenze.