Il primo quotidiano sulla GDO

Aggiornato al 05 Luglio 2020 - ore 10:00

PREVISIONI

Parmigiano Reggiano: record di fatturato e investimenti nel 2018

Dopo un 2017 già in forte crescita, il Consorzio di tutela prevede ulteriori espansioni, sostenute da un Bilancio preventivo che non lesina gli stanziamenti finanziari per Italia e l'estero.


Saldi invernali: si parte il 5 gennaio

Ribadita la data unica, anche se Basilicata e Valle d'Aosta hanno deciso per il 2 gennaio. Qualche anomalia sulla chiusura delle vendite di fine stagione: 60 giorni, ma in Friuli e Valle d'Aosta si arriva fino al 31 marzo. Qualche timore destano l'andamento dei consumi e i possibili colpi di coda del Black Friday, che ...


Preconsuntivi Iri: l'alimentare cresce anche nel 2017-2018

Sul +1,6% gli acquisti e un +2% per la spesa: questa la chiusura 2017 prevista da Iri per i prrodotti confezionati di largo consumo. Ancora in crescita, ma meno vivace, il 2018. Nel corso di quest’anno i fattori climatici (l'intenso freddo dell'inverno scorso e l'estate molto calda) hanno stimolato una significativa cr...


Pittarosso cresce a doppia cifra

La finanza, da 21 Investimenti a Lion Capital, ha dato il meglio di sè su un marchio che punta a 400 milioni di fatturato nel 2017 e 800 entro la fine del 2019 e che, dal 2011, viaggia a doppia cifra.


Saldi invernali: spenderemo il 5 per cento in meno del 2016

Partono oggi, 2 gennaio, i saldi invernali in alcune regioni del Sud Italia - Campagna, Basilicata e Sicilia – mentre gli altri dovranno pazientare ancora qualche giorno, fino a giovedì 5 gennaio. Secondo Codacons Il budget medio nazionale scenderà a una media di 175 euro a famiglia e meno di un cittadino su due (il 45...


Assolavoro: 13.000 posti a Natale. Gdo e moda in prima fila

Scatta la ricerca di lavoro in vista delle prossime festività. Nella grande distribuzione gli occhi sono puntati verso gli addetti ai banchi macelleria, pescheria, gastronomia, panetteria e ortofrutta, oltre al personale da destinare alla zona casse e al confezionamento dei pacchi. Gettonatissimi gli scaffalisti e i ma...


Il largo consumo frena nel 2016. Miniripresa solo nel 2017

La discontinuità causata dai fattori psicologici che deteriorano la fiducia della domanda (attentati, sfiducia sull'Europa, crisi delle banche...) ha accentuato un atteggiamento volto alla cautela negli acquisti durante tutta la prima parte del 2016. Tutto ciò, abbinato con un clima estivo più fresco che ha penalizzato...


Vendemmia: buone le previsioni, ma i consumi restano in calo

Molto vino nuovo, ma meno del 2015: lo dicono le prime stime di Assoenologi (5 settembre), constatando che si produrranno meno di 49 milioni di ettolitri di vino e mosto (49,4 nel 2015), a fronte però di una media quinquennale (2011/2015) di 44,6 milioni e di una decennale (2006/2015) di 45,4 milioni. I consumi interni...


Prometeia: la ripresa si consolida ma resta lenta

Il passo della crescita previsto per i prossimi anni sarà moderato. A questi ritmi la soglia dei 1000 miliardi di consumi interni (punto di massimo a fine 2007), potrà essere nuovamente raggiunta solamente a partire dal 2020. Tuttavia il 2015 degli italiani ha chiuso con un miglioramento di 10,2 miliardi in termini rea...


Det Norske Veritas: la sostenibilità non ammette ritardi

Un'indagine di Dnv ha tracciato il profilo del mondo che ci aspetta e ha delineato uno scenario che è a dir poco agghiacciante nel suo realismo… a meno che l’umanità non sia disposta a impegnarsi davvero. Mai come ora il futuro è nelle nostre mani.


Largo consumo confezionato: IRI misura la ripresa

Le previsioni indicano una chiusura 2015 con un andamento dei volumi pari al +1,7% (vendite a valore a prezzi costanti) e un ulteriore +1,1% per il 2016. Per quanto concerne i valori correnti, o monetari, il dato è pari a una crescita del 2,5%. Nel 2016 resterà un andamento positivo, ma leggermente più ridotto: +1,9%. ...


Retail: Manpower prevede una rimonta dell'occupazione

Secondo Stefano Scabbio, presidente area mediterranea di ManpowerGroup il retail "segna un indice in aumento da ormai quattro trimestri consecutivi e il dato più alto degli ultimi 7 anni”. Più deboli i ritmi della ristorazione e dell'accoglienza alberghiera, dove le indicazioni negative si confermano stabili.


Iri: il largo consumo confezionato riprende ma....

...ma le variabili in gioco sono davvero molte. Sui pronostici (+1,4 in volume e +1,7 in valore) l'applicazione della "clausola di salvaguardia" potrebbe abbatersi, tirando uno sgradevole colpo di spugna. In ballo ci sono anche le incertezze monetarie, la crisi Greca, la debolezza dell'occupazione.