Il primo quotidiano sulla GDO

Aggiornato al 19 Ottobre 2020 - ore 17:41

LATTIERO-CASEARIO

Ambrosi: le banche finanziano la stagionatura

Ambrosi: le banche finanziano la stagionatura

La somma, di 27,5 milioni di euro, è garantita da 125.000 forme di formaggio ed è stata erogata da Bpm, Cdp, Mediocredito e Deutsche Bank.


Trevalli Cooperalat: 23 milioni per lo sviluppo in Italia e all'estero

Trevalli Cooperalat: 23 milioni per lo sviluppo in Italia e all'estero

La cooperativa ha avviato un piano di internazionalizzazione strutturato, con l'apertura di una piattaforma distributiva in Croazia, per servire ...


La strategia di espansione premia Gruppo Arborea

La strategia di espansione premia Gruppo Arborea

La cooperativa sarda è lanciatissima nel suo piano di conquista delle regioni italiane e del mercato cinese, nonostante l'emergenza sanitaria.


Danone crea l'acceleratore dei prodotti vegetali

Dislocata nel Nord America la Plant-based acceleration unit porterà il fatturato del base vegetale da 3 a 5 miliardi di euro.


Newlat si beve Centrale del latte d'Italia

La lettera d’intenti, siglata con Finanziaria Centrale del Latte di Torino, prevede di negoziare in esclusiva l’acquisizione di un pacchetto di maggioranza di Cli. Il gruppo guidato da Angelo Mastrolia salirà così a 500 milioni di fatturato.


Newlat fa il pieno di utili e studia nuove acquisizioni

Il bilancio precosunsuntivo 2019 evidenzia l'ottimo stato di salute del gruppo, che annuncia forti strategie di crescita, anche per linee esterne.


Newlat raccoglierà 200 milioni dalla quotazione

La forte somma derivante dal collocamento verrà destina alla crescita sia per linee interne, in particolare nel segmento del benessere e della salute, sia per linee esterne: ulteriore diversificazione internazionale, ampliamento del portafoglio e rafforzamento delle quote di mercato.


Inalpi scala il mercato in Italia e all’estero

Ambrogio Invernizzi: "Inalpi raggiunge una quarantina di Paesi nel mondo, per un rapporto export/fatturato intorno al 50 per cento. Le nazioni chiave sono i principali bacini europei, come Francia e Germania. Le aree più dinamiche sono invece quelle asiatiche, a partire da Cina e Corea".


Scompare a 91 anni l'imprenditore Giovanni Ferrari

Imprenditore capace e visionario, a 25 anni, negli anni Sessanta, Ferrari prende la guida dell'impresa di famiglia e, indovinando e cogliendo le opportunità della distribuzione moderna, trasforma un piccolo caseificio, nel cuore della pianura padana, in un'industria nuova e all'avanguardia. Dalla sua esperienza in camp...


Spinosa, mozzarella Dop ad alta tecnologia

Coniugare la migliore tradizione italiana con i sistemi di tracciabilità più moderni: questa la scelta di Spinosa che ha adottato la blockchain di EY e che si avvale largamente dei nuovi media per dialogare con i consumatori finali. Ne parliamo con Giustina Noviello, comproprietaria della società campana.


Arborea diventa gruppo e si sviluppa in Italia e all'estero

L'impresa sarda si è trasformata, nel tempo, in un player da ben 184 milioni di fatturato, operante in tutti i segmenti del mercato lattiero caseario con prodotti vaccini, caprini e ovini di alta qualità. E questo è, secondo Ignazio Sini, Direttore vendite, solo un punto di partenza per nuovi orizzonti di business. Ved...


Gruppo Lactalis si aggiudica Nuova Castelli

Il gruppo di Reggio Emilia, 460 milioni di euro di fatturato, passerà da una proprietà inglese, visto che l’80% è in mano al fondo Charterhouse Capital Partner, a un colosso multinazionale francese da 18,5 miliardi di euro che, nel tempo, ha raccolto sul nostro mercato aziende e marchi come Parmalat, Locatelli, Inverni...


Asiago Dop: il successo è stagionato

Soprattutto il prodotto stagionato continua a segnare un consistente miglioramento, portando la propria crescita, nell'ultimo biennio, all’8,81 per cento. L’ottimo risultato è stato premiato da vendite in salita del 9,8% e da un aumento delle quotazioni, su base annua, del 4,92 per cento.


Corte di Giustizia Ue: giù le mani dai simboli delle Dop

La Corte sottolinea, in difesa della Dop 'Queso Manchego', che la protezione degli alimenti a denominazione si estende a qualsiasi evocazione sia di tipo verbale che figurativo, specie se l'elemento menzionato può portare direttamente alla mente del consumatore, come immagine di riferimento, un alimento protetto.