Il primo quotidiano sulla GDO

Aggiornato al 24 Maggio 2020 - ore 16:00

MADE-IN-ITALY

Asdomar: quando il core business non delocalizza

Asdomar: quando il core business non delocalizza

Giovanni Battista Valsecchi, Direttore generale del gruppo ligure, è giustamente orgoglioso del proprio prodotto, che punta decisamente verso la ...


Fortissimamente Mutti, in Italia e all'estero

Fortissimamente Mutti, in Italia e all'estero

Francesco Mutti: "I riscontri del primo semestre confermano la crescita costante che il nostro gruppo sta registrando. Attestano soprattutto come...


Inalpi scala il mercato in Italia e all’estero

Inalpi scala il mercato in Italia e all’estero

Ambrogio Invernizzi: "Inalpi raggiunge una quarantina di Paesi nel mondo, per un rapporto export/fatturato intorno al 50 per cento. Le nazioni ch...


Gruppo De Nigris: la qualità non tollera i luoghi comuni

Sinonimo di balsamico, ma anche di molti altri prodotti, fortemente presente in Gdo, ma interessatissimo a svilupparsi anche nella ristorazione, antico ma estremente innovativo, marchio industriale ma anche partner della distribuzione per le Mdd: questo è il mondo di De Nigris, una realtà sempre pronta a rompere gli sc...


Progressio prende il controllo di Damiano, re della frutta secca bio

Damiano conta una vasta gamma di referenze, destinate all'industria della trasformazione alimentare, alle catene specializzate e alla Gdo, per un fatturato di 45 milioni di euro. Lo sviluppo è concentrato prevalentemente sui mercati esteri di riferimento, come Usa, Francia e Germania, dove il gruppo realizza oltre l’80...


Autogrill cresce negli Usa con Panera Bread

L'intesa con il nuovo partner nordamericano prevede una serie di aperture, la prima delle quali presso il terminal ‘Concourse E’ dell'aeroporto Internazionale di Charlotte Douglas nella Carolina del Nord.


Vola l'export agroalimentare, ma preoccupano i dazi Usa

Il cumulato di gennaio-maggio 2019 raggiunge 15 miliardi di euro. Negli Stati Uniti gli acquisti di italian food registrano un +13,7%, ma l'orientamento dell'amministrazione Trump getta una grave ombra sul futuro dell'export Made in Italy.