Il primo quotidiano sulla GDO

Aggiornato al 25 Maggio 2024 - ore 16:00

TREND

Continua la crescita dei prodotti a base vegetale (+2,8%)

Secondo un’indagine di AstraRicerche e Gruppo prodotti a base vegetale di Unione Italiana Food, sono 22 milioni i connazionali che consumano queste referenze abitualmente. Etichetta chiara e trasparente per 8 italiani su 10.


Spumanti: nel 2022 sfiorato il miliardo di bottiglie (+4%)

Nel 2022 la quota sul totale vino si è attestata al 13,5%, con il Prosecco sempre grande protagonista delle vendite con il 44% di quota volume. In Italia vince la destagionalizzazione dei consumi di bollicine.


Gelato confezionato: il 92% degli italiani lo ama indipendentemente dall’età

Secondo un’indagine condotta da AstraRicerche per Coppa del Nonno, il 64,7% dei consumatori ha mangiato il primo gelato entro i 6 anni e il 52,7% ricorda ancora quale. Gusto (57,3%), formato (43,9%) e qualità degli ingredienti (40,7%) sono fattori determinanti nella scelta d’acquisto. Tuttavia, anche la marca (32%) e i...


Retail: solo il 39% degli italiani è soddisfatto dell’esperienza al supermercato

La nuova ricerca di Bain Italia “Net Promoter Store” sulle abitudini di spesa degli italiani rivela che, tra i vari canali, spicca la Gdo, dove un cliente “promoter” può spendere fino al 45% in più. Ortofrutta e macelleria i momenti meno soddisfacenti per gli shopper, ma anche quelli più determinanti nella valutazione ...


La spesa degli italiani è sempre più rispettosa degli animali

Sono quasi tremila i prodotti di largo consumo che dichiarano o certificano il rispetto degli animali in etichetta. Tra claim e certificazioni, coinvolti 2.892 prodotti per 1,7 miliardi di euro di vendite in supermercati e ipermercati (+3,3% annuo). A rilevarlo è l’Osservatorio Immagino di GS1 Italy.


Aziende e inclusione: l’84% ne riconosce il valore etico, ma restano gap da colmare

La quinta edizione della ricerca “Future of Work” si è concentrata sui temi della diversity & inclusion, mettendo in evidenza come la capacità di curare e valorizzare ogni individuo presente in azienda sia un asset strategico di crescita irrinunciabile in Italia. Resta però la difficoltà di attuare piani concreti.


Conad, Coop, Esselunga ed Eurospin nella top 250 dei retailer mondiali

Tra i player italiani Conad si piazza al 64° posto della classifica mondiale, seguita da Coop Italia (87° posto), Esselunga (116°) ed Eurospin (145°).


Cosmesi: il settore vale 13,2 miliardi di euro

Secondo l’indagine congiunturale a cura del Centro Studi di Cosmetica Italia, il settore cosmetico nazionale recupera e supera i livelli di fatturato pre-Covid: il giro d’affari totale è di 13,2 miliardi di euro (+9% rispetto al 2019) e le previsioni per il 2023 indicano un’ulteriore crescita a 14,2 miliardi di euro (+...


Italiani e alimentazione: la nuova fotografia dell’Osservatorio Nestlé

Secondo i risultati della ricerca, gli italiani sono diventati più consapevoli dell'importanza di un’alimentazione sana, per utilità egoistica e per urgenza ambientale. La dieta mediterranea è nuovamente fra le priorità.


Tecnologia di consumo: mercato in lieve contrazione nel 2022

Nonostante la leggera flessione del 2022, pari a -2,7% rispetto al 2021, rispetto agli anni pre-pandemia il mercato continua a crescere (+16% rispetto al 2019).


Customer experience: Medallia svela i trend del 2023

Personalizzazione, omnicanalità, ascesa delle generazioni più giovani, proattività e fidelizzazione sono solo alcuni dei trend che guideranno la gestione della customer experience nel corso dell'anno.


Osservatorio Immagino: la convenienza nel carrello della spesa

Gli sconti strillati in etichetta, i maxi-formati per maxi-risparmi, la dinamica tra primi prezzi e prodotti top, il posizionamento premium di alcuni dei panieri più trendy nel food, dal rich-in all’italianità: l’Osservatorio Immagino di GS1 Italy propone una vista trasversale sul fenomeno della convenienza nella spesa...


Cerved: imprese in crescita nel 2022, ma stagnazione nel prossimo biennio

Secondo il Cerved Industry Forecast, le imprese italiane hanno chiuso il 2022 con fatturati in crescita, ma il prossimo biennio sarà di stagnazione e forti differenze settoriali. I comparti più colpiti saranno elettromeccanica, agricoltura e informazione e comunicazione.


Federauto: immatricolazioni dicembre a +21%

Secondo i dati diffusi dal Ced del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, le 104.915 unità di dicembre (+21%) portano l’anno 2022 a chiudere con 1.316.702 immatricolazioni di autovetture nuove, pari al -9,7% sul 2021 e una perdita di volumi di circa 141mila pezzi (-4,5% sul 2020 e -31,2% sul 2019).